Home L'impegno di OIL
L'Impegno di OIL PDF Stampa E-mail

Per OIL trashware vuol dire promuovere una logica di riuso e non di spreco. Di fronte al disastro ambientale provocato dall'enorme mole di PC che ogni anno vengono dismessi (parliamo di centinaia di migliaia di macchine), OIL lavora per allungare la vita dei computer attraverso una gestione più efficiente del software.

I PC vengono dismessi troppo rapidamente (in media 2-3 anni) in obbedienza a logiche di mercato che finiscono per svantaggiare gli utenti finali. Abbiamo verificato che a rendere obsoleto l'hardware è in realtà il software che viene usato, spesso non ottimizzato e inutilmente sofisticato per gli utenti comuni. Questi, nella maggior parte dei casi, avrebbero bisogno di semplici programmi di scrittura, calcolo, navigazione in Internet e grafica. Invece la continua rincorsa tra hardware e software, fomentata dalle grandi multinazionali dell'informatica, costringe all'acquisto di macchine sempre più potenti con le quali si svolgono praticamente le stesse funzioni di dieci anni fa.

Il Software Libero, invece, in virtù della natura aperta del codice sorgente, consente ampi margini di ottimizzazione. Lavorandoci con attenzione, un vecchio computer dismesso può arrivare ad avere prestazioni paragonabili a quelle di un PC di ultima generazione per determinati tipi di applicazioni. Tra le varie distribuzioni disponibili, OIL ha scelto di lavorare con la distribuzione GNU/Linux Debian (e la sua derivata Ubuntu) sia per ragioni tecniche (è indubbiamente la più modulare e tra le più performanti) sia politiche, in quanto si tratta di un progetto basato su un contratto sociale con l'utente.